fbpx

Le vitamine o “ammine della vita” sono così chiamate perché essenziali per l’organismo che ha la necessità di introdurle dal’ esterno con gli alimenti perché non è in grado di produrle.
Le vitamine si dividono in idrosolubili e liposolubili in funzione della loro solubilità, rispettivamente in acqua o grassi.
Le vitamine idrosolubili sono 9, comprendono l’acido ascorbico (vitamina C) e 8 vitamine del gruppo B.
Le vitamine del gruppo B sono:
Vitamina B1, Vitamina B2, Vitamina B3 o PP, Vitamina B5, Vitamina B6, Vitamina B8 o H, Vitamina B9 o folati, Vitamina B12.

 Alcuni studi confermano che una carenza di vitamine del gruppo B può influenzare negativamente l’attività fisica e le prestazioni degli atleti, di fatti, può determinare un calo del rendimento atletico degli sportivi e ostacolare i processi di riparazione del tessuto muscolare.
Queste considerazioni valgono in generale sia per chi fa sport a livello amatoriale e per chi fa sport a livello agonistico, particolarmente, nei casi in cui sono richieste performance elevate e nei casi in cui si deve tenere sotto controllo il proprio peso (pugili, ginnasti, ballerine, body builder ecc.).
Tutti gli sportivi devono tener conto del maggiore dispendio energetico determinato dall’aumento del lavoro muscolare.
Le sostanze nutritive più importanti in questo caso sono proprio le vitamine del gruppo B perché intervengono nei complessi processi metabolici che trasformano carboidrati, grassi e proteine in energia.
Il loro uso nello sport favorisce:
– il rendimento atletico
– la riduzione di stanchezza e affaticamento
– la riparazione del tessuto muscolare
– una maggior protezione a livello immunitario
– la normali funzioni del sistema nervoso e cardiaco
 
Fabbisogno
 I livelli raccomandati per la popolazione italiana (LARN) corrispondono al fabbisogno giornaliero medio nell’adulto. Che, però, va adeguato alle necessità di ognuno, e può risultare diverso in condizioni fisiologiche speciali, in presenza di patologie (malassorbimento, epatiti, alterazione della flora batterica intestinale) o convalescenze da malattie, così come per un aumentato fabbisogno nello sport.
La carenza di vitamine del gruppo B può determinare avitaminosi (assenza totale di una o più vitamine) o ipovitaminosi (carenza parziale di una o più di queste molecole).
L’eccesso di vitamine, viceversa, può indurre ipervitaminosi (pericolose soprattutto per le vitamine liposolubili che tendono ad accumularsi nei tessuti grassi).

Funzioni delle vitamine del gruppo B
Le vitamine del gruppo B nel loro complesso intervengono in numerose importanti funzioni, svolgono infatti il ruolo di coenzimi, collaborando con gli enzimi per il corretto svolgimento delle reazioni chimiche necessarie al buon funzionamento dell’organismo:
– partecipano al normale metabolismo energetico per la produzione di energia dagli zuccheri, dai grassi e dalle proteine
– favoriscono la normali funzioni del sistema nervoso, la funzione psicologica, la concentrazione e l’apprendimento
– favoriscono l’attività del sistema immunitario
– favoriscono le normali funzioni cardiache
– partecipano al metabolismo del ferro e della vitamina D
– svolgono azione antiossidante e contrastano l’invecchiamento cellulare
– partecipano alla sintesi di ormoni
– favoriscono il mantenimento di mucose, pelle, globuli rossi , capacità visiva
– riducono stanchezza ed affaticamento.

 

Open chat